Avellino (askanews) - Minacce, schiaffi e strattoni in un asilo di Avellino. La polizia ha messo agli arresti domiciliari una insegnante di 58 anni impiegata in una scuola materna della città campana, accusata di reiterate ed abituali condotte gravemente lesive dell'integrità fisica e morale di alcuni bambini. Le piccole vittime di età compresa tra i tre e i cinque anni frequentavano il secondo anno della scuola materna.

Le indagini, condotte dai poliziotti della Squadra Mobile avellinese, avviate dopo varie denunce di alcuni genitori, hanno consentito di acclarare che l'insegnante era solita adottare un linguaggio intriso di minacce verbali. Un tono di voce alto ed imperioso che sfociava anche in costrizioni fisiche e psicologiche con schiaffi e strattoni.