Augusta (TMNews) - Il ministro della Difesa, Mario Mauro, a margine del colloquio biltarale con il primo ministro sloveno, interviene sulla questione dei Marò, i fucilieri della marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. "Non è stata garantità né equità né rapidità - spiega Maruo - per questo il governo italiano ha fatto ricorso alla Corte suprema indiana:"I nostri fucilieri di marina sono innocenti e qualcun altro che deve eventualmente provarne la colpevolezza sulla base di indagini fatte con atteggiamento aperto e scevro di pregiudizi e con la capacità di individuare responsabilità certe. In assenza di queste responsabilità e in assenza della certezza di questi passaggi i fucilieri di marina devono poter rientrare a casa perché è una violazione dei diritti umani impedire a due ipotetici imputati, intanto di conoscere i capi d'accusa e di attendere oltre il tempo necessario che un processo cominci."