Al Chuo Kokaido, la storica Central Public Hall di Osaka, sono entrate nel vivo le celebrazioni per i 35 anni del gemellaggio tra Milano e Osaka, in un 2016 che segna anche il 150 esimo anniversario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Giappone. Un concerto di Gala di musiche italiane – soprano Yumi Yaginuma, basso baritono Victor Garcia Sierra, pianista Hiro Hadame - ha fatto anche da “charity” per il Tohoku a cinque anni dallo tsunami. “L'Italia e' per i giapponesi un grande punto di riferimento come il Paese del buon vivere”, ha detto il vicepresidente di Suntory Holdings e della Camera di Commercio di Osaka, Shingo Torii, sottolineando poi la comune vocazione commerciale di Milano e Osaka come centri di traino economico per le rispettive nazioni.