Milano (TMNews) - Era il passaggio della manifestazione più temuto dalle forze dell'Ordine. E infatti puntuali sono scoppiati i tafferugli. Milano Commissariato di Via Tabacchi. Il corteo di centri sociali, no tav e antagonisti composto da diverse migliaia di persone, si mormora 5 mila, partito poco prima da Piazza XXIV Maggio arriva all'incrocio con la via del commissariato nei pressi del quale 10 anni fa è stato picchiato e ucciso da un gruppo di destra Davide Cesare, detto Dax cui è dedicata la manifestazione.Ad attenderli le forze dell'ordine schierate con i blindati. Il corteo scorre poi arriva la coda dove si trovano gli anarchici e un gruppo di manifestanti vestiti di nero e con il volto coperto. Pochi secondi e iniziano a volare bottiglie, sassi e fumogeni. Una pioggia fitta accompagnata da petardi e da scoppi. Non si fa attendere la reazione della polizia che spara fumogeni. Per un attimo si teme il peggio, ma il fumo urticante in pochi attimi avvolge tutto e mette in fuga i contestatori scongiurando il peggio. A terra restano cocci di bottiglia e un pò di vernice, mentre il grosso del corte è già lontano diretto verso Piazzale Corvetto dove è stato occupato uno spazio abbandonato e battezzato grizzly in ricordo di Dax.