Milano (TMNews) - "La nostra filosofia di cucina è improntata su tradizione e innovazione". Andrea Aprea, napoletano, è l'Executive Chef del Ristorante VUN dell'hotel Park Hyatt Milano, che nel 2012 ha conquistato una stella Michelin. Il VUN, in dialetto milanese significa "uno", sorge nel cuore della città, al lato della Galleria Vittorio Emanuele: il nome è stato scelto per esprimere lo stretto legame con Milano e l'ambizione di eccellere nella gastronomia locale. "Cerchiamo sempre di avere un piede ben saldo nella tradizione, quindi gusti, profumi e sapori, e avere un approccio con la tecnica e l'attenzione alle materie prime, in chiave innovativa".L'influenza della Campania si sente in piatti come "Il dolce e salato della caprese", rivisitazione della classica insalata, nei limoni protagonisti del risotto con rosmarino e scampi e nel dolce "Intensità di limone". Ma il menu spazia dal Nord al Sud: ci sono anche piatti vicini alla tradizione lombarda. "Io sono campano, anche se un po' anomalo perchè ho viaggiato in tutto il mondo, ma dentro di me ce'è l'imprinting della mia terra, quindi i profumi, i sapori e i colori del Mediterraneo. Il nostro risotto allo zafferano è servito con unossobuco di pesce e non di carne, di rana pescatrice, è già un piatto un po' più nordico". Una cucina contemporanea - la definisce Aprea - che guarda al futuro senza mai dimenticare le sue origini.