Milano (askanews) - La morte di Luca Lovati, storico collaboratore di Agostino Bonalumi, avvenuta lunedì 9 luglio al Palazzo Reale di Milano durante l'allestimento della mostra dedicata all'artista, è stata una "tragica fatalità": così l'ha definita l'assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno, inaugurando oggi l'esposizione che è stata dedicata proprio a Lovati con una commemorazione. "Abbiamo voluto dedicare la mostra alla memoria di Luca Lovati, che è stato lo storico collaboratore di Bonalumi e ha partecipato alla realizzazione di questo progetto, purtroppo una tragica fatalità ha voluto che perdesse la vita a Palazzo Reale e ci è sembrato doveroso omaggiarlo, ricordare la sua figura e dedicargli la mostra" ha detto Del Corno.

L'inchiesta sulla morte di Lovati, ha spiegato l'assessore è ancora in corso: "Ci vuole riserbo ma le prime evidenze, anche in seguito agli esami fatti, riportano l'evidenza che è stato colpito da un malore gravissimo mentre era alla mostra, e in un certo senso la causa della morte è stata questa, non so se tecnicamente sia un infarto fulminante ma l'evidenza medica fa sì che la motivazione del suo decesso sia dovuto a questo".