Milano (TMNews) - Il Comune di Milano si aspetta dal Governo un contributo di 40 milioni di euro per potenziare il servizio di trasporto pubblico locale fornito dall'ex municipalizzata Atm. La stima è del presidente della società, Bruno Rota, che ha partecipato, insieme al sindaco Giuliano Pisapia, al viaggio inaugurale del primo dei 125 bus di nuova generazione che entreranno in servizio entro aprile 2015."Chiediamo più risorse solo per il lavoro straordinario durante Expo 2015. Il nostro discorso - ha detto Pisapia - è molto chiaro: noi affrontiamo tutte le sfide e, con il supporto di Atm, siamo sicuri di vincerle. Certo è che se Expo non è un evento solo milanese, ma nazionale e sarà il primo grande evento del dopo-crisi, è evidente che anche il Governo deve dare il proprio contributo".Al centro della questione c'è soprattutto l'aumento delle frequenze della linea 1 della metropolitana, già dotata di un nuovo sistema di segnalamento e presto di nuovi treni. Servono però anche 50 nuovi macchinisti e per questi il Comune ha bisogno di garanzie dal Governo entro settembre. I nuovi bus sono invece un investimento tutto milanese commissionato alla società polacca Solaris per 228mila euro l'uno.