Tripoli (askanews) - Due persone sono morte e altre dieci sono disperse a causa del naufragio di un barcone al largo delle coste libiche, a 10 chilometri a ovest di Tripoli. Altri 108 migranti e rifugiati che tentavano di raggiungere l'Europa attraversando il Mediterraneo sono stati salvati. Quando i soccorritori hanno raggiunto il luogo dell'incidente la barca era quasi del tutto scomparsa sott'acqua."Siamo stati in pericolo quando il barcone si è girato su un lato e l'acqua ha cominciato ad entrare - racconta uno dei sopravvissuti, Mohamad Ibrahim Jamil, che è partito dalla Costa d'Avorio - abbiamo avuto molti danni. E allora abbiamo chiamato i soccorsi per venirci a prendere". Tutti i superstiti sono stati trasportati in una base navale di Tripoli dove gli sono stati dati vestiti asciutti prima di essere portati in un centro di detenzione con l'accusa di immigrazione illegale.