Roma, (askanews) - Sul fronte dei migranti, come ha detto il presidente Fischer, occorre che ci sia un'assunzione di responsabilità da parte dell'Unione, è un fenomeno epocale, con una dimensione e un ritmo crescente, che richiede di essere governato non dai singoli Stati, che non sarebbero in condizione di farlo, ma da una gestione comune dell'Unione".Così il capo dello Stato Sergio Mattarella a Vienna, al termine dell'incontro con il presidente della Repubblica austriaca Heinz Fischer."Abbiamo registrato anche la convinzione che l'Unione europea, su tutti i dossier internazionali, deve essere più attiva e presente, c'è piena condivisione tra Italia e Austria sul piano europeo, tutti gli argomenti importanti dell'agenda internazionale dimostrano come la nostra amicizia sia solida e abbia prospettive sempre maggiori".