Roma, (askanews) - I migranti restano con la bocca cucita alla frontiera che separa la Grecia con la Macedonia, dopo nuove restrizioni imposte per limitare il passaggio della frontiera per i migranti che fuggono dalle zone di conflitto. Alcuni di loro si sono cuciti la bocca in segno di protesta, con la scritta "open", ovvero aprite."Molte persone sono rimaste qui negli ultimi giorni - dice Angela Boletsi, psicologa di Medici senza frontiere - si stimano circa 900 persone. Ma qui le condizioni di vita sono molto difficili; questo luogo è adatto ad accogliere solamente alcune persone in modo temporaneo".Alcuni migranti riferiscono che la scorsa estate non c'era alcun problema nel passare la frontiera. "La mia famiglia è arrivata in Svezia senza problema - dice uno di loro - perchè non posso raggiungerla?".Un ragazzo che arriva dallo Yemen racconta di essere fermo su questi binari da cinque giorni, insieme a un centinaio di persone.