Milano (askanews) - È sempre l'Inferno di Dante a titillare la fantasia dei meteorologi il che, purtroppo, la dice lunga sulle condizioni climatiche che caratterizzano la Penisola in questa sempre più infuocata estate. Adesso a incendiare le temperature è arrivato Acheronte, nuovo anticiclone africano che sta pompando aria calda dall'entroterra algerino per rovesciare il suo alito rovente su gran parte delle regioni italiane.Acheronte porterà sempre più caldo su tutto il Nord, il Centro e la Campania, con temperature che raggiungeranno i 37/38° su molte regioni, con qualche grado in più sulle zone interne. L'instabilità sarà presente solo a livello locale, limitata ai confini alpini per poi diffondersi timidamente suCalabria e Sicilia sudorientale, influenzate da correnti orientali più fresche.Solo nel corso del weekend una perturbazione fortemente temporalesca riuscirà a sfondare l'assedio di Acheronte causando violenti temporali su Piemonte, Lombardia, buona parte delle regioni centrali e degli Appennini meridionali mentre tutti i settori orientali della Penisola resteranno alle prese con le torride incandescenze umorali di quel ramo cadetto e infernale dello Stige. Come insegna il poema immortale del "ghibellin fuggiasco".(Immagini Afp)