Città del Messico (askanews) - L'uragano Patricia, il più potente mai registrato nell'emisfero occidentale, ha toccato terra in Messico e si è gradualmente indebolito, fino ad essere declassato alla categoria 2 dalla 5, la massima della scala Saffir-Simpson. Tuttavia il Centro uragani di Miami ha ricordato che resta sempre un uragano "forte", con venti tra i 270 e i 155 chilometri orari.Patricia aveva acquistato forza poche ore prima di arrivare in Messico, con venti da oltre 300 km all'ora. Tuttavia, quando ha toccato terra sulla costa del Pacifico, 95 chilometri a ovest dell'importante porto di Manzanillo, la velocità dei venti è scesa a 270 chilometri orari.Il presidente messicano Enrique Pena Nieto ha dichiarato che "i danni sono stati meno importanti di quanto ci si aspettava" ma ha comunque invitato la popolazione - che in precedenza era stata fatta allontanare dalle zone ritenute più a rischio - a rimanere nei rifugi, ricordando che l'uragano rappresenta ancora una minaccia.Patricia, in queste immagini ripreso dalla Stazione spaziale internazionale, è più potente del tifone Haiyan, che nel 2013 hacausato oltre 7mila vittime nelle Filippine.(Immagini Afp)