Città del Messico (askanews) - Dopo sei mesi di latitanza, il boss della droga Joaquin Guzman Loera torna nella prigione di massima sicurezza di Altiplano, quella dalla quale era riuscito ad evadere nel luglio scorso."El Chapo", 58 anni, era riuscito a fuggire attraverso un tunnel di 1,5 chilometri, su una moto fissata a dei binari e sbucando all'interno di un edificio in costruzione."Stamattina a Los Mochis, nello stato di Sinaloa è stato arrestato Joaquin Guzman Loera. La missione è compiuta: lo abbiamo preso. Il suo arresto dimostra che le istutuzioni messicane hanno la capacità necessaria per far fronte a chi minaccia la tranquillità della popolazione" ha detto il presidente messicano Enrique Pena Nieto.I soldati messicani avevano effettuato estese battute negli stati nordoccidentali di Sinaloa e Durango per stanare il narcotrafficante. Il boss del cartello di Sinaloa, uno dei più sanguinari e violenti, dovrà rispondere dei suoi crimini davanti alla legge e rischia di essere incriminato in diversi tribunali negli Stati Uniti.(immagini afp)