Roma, (askanews) - I leader dei Paesi membri del G7, riuniti in Baviera, nel sud della Germania, hanno annunciato la possibilità di rafforzare le sanzioni nei confronti della Russia, per il suo ruolo nella crisi ucraina. La cancelliera tedesca Angela Merkel, presidente di turno del G7:"Siamo anche pronti, anche se non vorremmo, a rafforzare le sanzioni se necessario, nel caso in cui la situazione lo richiedesse. Ma crediamo di dover fare tutto il possibile per aiutare a rispettare gli accordi di Minsk".Se l'intesa, che prevede un cessate il fuoco il cui rispetto permane incerto, venisse rispettata le sanzioni verrebberorevocate. Con il suo annuncio Merkel ha lanciato un altro avvertimento al presidente russo Vladimir Putin, grande assente del vertice che si è svolto nel castello di Elmau.