Roma, (askanews) - Maxisequestro della Guardia di finanza di Padova di 600mila giocattoli potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori. Il blitz è avvenuto in un capannone nella zona industriale della città, gestito da un cinese. Tra il materiale sequestrato figurano accessori per capelli per bambine con disegni di cartoni animati, biberon e braccialetti giocattolo, oltre a "pupazzetti" in plastica per i più piccoli.I prodotti venivano venduti in violazione delle norme e degli standard di sicurezza richiesti dalle normative nazionali ed europee, tra cui il "codice del consumo", nonché delle specifiche disposizioni in materia di sicurezza giocattoli.