Istanbul, 31 mar. (askanews) - Un guasto, ma forse anche un sabotaggio. "Tutte le piste sono al momento studiate" - ha detto il primo ministro di Ankara, Ahmet Davutoglu - a proposito del blackout senza precedenti che ha colpito oltre la metà delle province della Turchia. Ad Ankara e Istanbul la circolazione di metro e tram è stata interrotta.Una cellula di crisi è stata predisposta presso il ministero dell'Energia. Secondo l'azienda pubblica per la distribuzione dell'elettricità (Teas), il blackout - il più grave nel Paese degli ultimi 15 anni - è partito alle 10.36 locali (le 9.36 italiane).La metropolitana di Istanbul e il tunnel ferroviario che collega la parte europea a quella asiatica della più grande città del Paese sono state sgomberate. Guasti sono stati segnalati in 44 delle 81 province del Paese, colpendo in particolare le città di Trebisonda, Edirne, Erzurum, Antalya, Smirne e Bursa.