È in arrivo la notte prima degli esami, quella in cui trionfano fake news, bufale e leggende metropolitane. Oltre 500mila studentesse e studenti stanno per affrontare l'esame di maturità. Per capire come non rimetterci soldi e non perdere tempo prezioso nell'inseguimento di tracce fasulle, parliamo con Marco Valerio Cervellini della Polizia di Stato. Il primo consiglio è non farsi abbindolare e, in particolare, non credere che sulla rete ci possano essere le tracce prima dell'apertura delle buste. La Polizia monitora la rete e legge costantemente cosa si scrive su blog, siti, chat e forum. Già nel passato è stato scoperto e chiuso un sito che pubblicizzava una app per svolgere la prova scritta. Su www.commissariatodips.it si possono segnalare false informazioni in rete. E in bocca al lupo a tutti!