Il punteggio minimo per superare l'esame di maturità è 60/100, il massimo è 100/100.
I crediti formativi
I ragazzi partono con i crediti formativi accumulati: massimo 25 punti.
La valutazione delle prove scritte
La commissione dispone di 45 punti per la valutazione delle tre prove scritte
Le prove scritte
Il voto per ciascuna prova scritta va da 1 a 15. La prova sufficiente vale 10 punti
Il colloquio
Il voto per il colloquio va da 1 a 30, la sufficienza vale 20 punti
Il bonus e la lode
La commissione può integrare il punteggio con un bonus e assegnare la lode. Fino a 5 punti a chi ha almeno 15 punti di credito scolastico e 70 tra prove scritte e colloquio orale. A chi ha 100 punti senza bonus può essere conferita la lode: 25 punti di credito, 45 agli scritti, 30 al colloquio

ARTICOLI DI APPROFONDIMENTO
Via alla maturità 2018: ammesso il 96,1% dei ragazzi (di Claudio Tucci) »
Via alla maturità 2018, che, almeno al momento, dovrebbe essere l'ultima con le regole attuali, introdotte, e integrate, dagli ex ministri, Luigi Berlinguer e Beppe Fioroni. Alla prova d'italiano, secondo le prime elaborazioni del Miur, a scrutini appena conclusi, si siederà il 96,1% degli studenti (ammessi)...continua a leggere su Scuola24 »

Le tracce della maturità, uno spunto per il pensiero critico (di Roberto Carnero)
no degli argomenti più gettonati nel toto-tema della vigilia della prima prova (quella di Italiano, uguale per tutti gli indirizzi di scuola) erano le leggi razziali, a 80 anni dalla loro promulgazione da parte della dittatura fascista. E le leggi razziali sono “uscite”, come si dice in gergo, seppure indirettamente (cioè non nel tema storico, come ci si poteva aspettare, bensì in quello letterario) con la proposta, per l'analisi del testo (tipologia A), di un brano tratto dal capolavoro dello scrittore ferrarese Giorgio Bassani, Il giardino dei Finzi-Contini...continua a leggere »