Roma, (askanews) - "Alla politica tocca colpire la corruzione, responsabile di oneri e di alterazioni di competitività intollerabili per il Paese e per il sistema della imprese. Bisogna ridurre le lungaggini burocratiche, contrastare l'illegalità, combattere senza riserve le mafie".Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è intervenuto al Quirinale alla celebrazione della 'Giornata Qualità Italia', sostenendo che tutti devono fare la loro parte per ammodernare il Paese. E alla politica spetta il compito importantissimo di combattere la corruzione. "Deve farlo la politica a tutti i livelli, operando scelte che favoriscano lo sviluppo e diano priorità al lavoro".Ma anche la società e gli imprenditori devono dare il loro contributo. "La società deve sostenere questo impegno di ammodernamento del Paese: con una cittadinanza attiva che, quando è necessario, stimoli, integri, corregga l'azione delle pubbliche istituzioni".