Roma, (askanews) - La tragedia del terremoto in Abruzzo e gli attentati a Parigi "non sono distanti tra di loro" soprattutto per la volontà di ricostruzione. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in visita a Onna, la cittadina in provincia dell'Aquila distrutta durante il terremoto del 2009."Non sono distanti fra loro queste due tragedie, soprattutto perchè la volontà degli aquilani di ripartire con una situazione serena è un segnale per tutti, anche contro chi vorrebbe distruggere la sovranità della nostra convivenza in Europa"."E' una questione nazionale centrale. Perchè il segno di volontà di ricostruzione, di convivenza serena sempre in crescita è in questo momento particolarmente importante non solo per l'Italia ma per tutta Europa".