Milano (askanews) - È una vergogna "che mafie di varia natura cerchino di modificare il risultato delle partite e di lucrare sulle scommesse. Questa metastasi va estirpata conseverità e rapidità". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando a Palermo in occasione del 23esimo anniversario della strage di Capaci in cui fu ucciso il giudice Giovanni Falcone."Non possiamo accettare che la bellezza dello sport, la crescita dei giovani e uno dei divertimenti degli italiani vengano così stravolti e sporcati - ha continuato il Capo dello Stato - le istituzioni dello sport non devono commettere alcun errore di sottovalutazione" perché è "un esempio non marginale ma diffuso che dà conto di quanto può essere forte la capacità di penetrazione della mafia e su cui l'allarme deve sempre essere elevato".