Milano, (TMNews) - Nella Lega non c'è stato alcun dietrofront sulle richieste di espulsioni di alcuni dissidenti come l'ex capogruppo alla Camera Marco Reguzzoni. Lo ha precisato il segretario federale, Roberto Maroni, dopo che Umberto Bossi ha minacciato di uscire dal Carroccio se i suoi fedelissimi verranno messi alla porta.