Milano (askanews) - Mantenere il gran premio d'Italia di Formula Uno all'autodromo di Monza. E' la richiesta ribadita dai sindaci di Milano e Monza, dai vertici di Aci, Sias e Coni nel corso della presentazione dell'86edizione della gara automobilistica che si terrà domenica sul circuito nazionale brianzolo. Una richiesta fatta anche dal presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, che domenica consegnerà al patron della Formula Uno Bernie Ecclestone le 40mila firme a sostegno del Gran Premio di Monza."Sento voci che dicono che ci sarebbe la possibilità di condividere Monza con Imola, non esiste. Per me deve essere cento per cento Monza, altrimenti come Regione non siamo interessati". E' quanto ha dichiarato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, intervenuto all'Expo di Milano per la presentazione dell'86esimo Gran Premio d'Italia di Formula Uno, su cui pesa l'incognita di un mancato rinnovo paventata dal patron della F1 Bernie Ecclestone."Regione Lombardia è pronta a mettere 70 milioni di euro in dieci anni per potenziare il parco e l'autodromo ma solo a condizione che il Gran Premio rimanga aMonza" ha proseguito Maroni, sottolineando che "il Governo finora non ha fatto niente, solo il Parlamento ha fatto una norma che consente alla Regione di entrare nel parco insieme con i Comuni di Milano e Monza. Il Governo finora non ha fatto nulla, gli unici a metterci i soldi siamo noi".