Milano (TMNews) - Umberto Bossi ha voglia di tornare segretario federale della Lega "per sistemare le cose", ma per l'attuale capo del Carroccio, Roberto Maroni, il suo successore ideale è Matteo Salvini. Lo ha detto chiaramente senza per questo sbarrare la strada all'eventuale candidatura del Senatur. "Io so chi vorrei, un giovane. E' quello che succede negli altri partiti: nel Pd c'è Renzi, nel Pdl Alfano e anche in casa nostra bisogna guardare al futuro, ma se Bossi, che è la storia della Lega, si candida, mi fa piacere. Vuol dire che tutte le storie sulle scissioni sono fantasticherie, tutte balle". I candidati dovranno farsi avanti entro l'11 novembre, poi raccogliere almeno 1.000 firme entro la fine del mese. Solo a quel punto si saprà tra quanti e quali candidati sarà scelto il nuovo segretario. A decidere saranno il 7 dicembre circa 20.000 iscritti al partito da almeno un anno.