Rho-Pero (askanews) - Il presidente della regione Lombardia, Roberto Maroni, è categorico sulla possibilità che i Rom possano scavalcare le graduatorie per le case popolari, dopo le proposte avanzate dal ministro dell'Interno, Angelino Alfano. A margine del forum "Last call to Europe 2020" a Expo 2015, Maroni ha detto: "Benissimo se Alfano vuole risolvere la questione dei campi Rom, ma non si sognino di pensare di far scavalcare ai Rom le graduatorie per le case popolari. Questo non potrà avvenire - ha detto Maroni - ho fatto un tweet stamattina, dovranno passare sul mio corpo. Sarebbe un'ingiustizia nei confronti dei cittadini lombardi e italiani".Per quanto riguarda la proposta di ospitare i migranti in arrivo nelle caserme dismesse, Maroni ha detto: "Non abbiamo più disponibilità per ospitare, si è parlato delle caserme dismesse, sto facendo controllare da parte delle Asl per capire se ci sono condizioni minime igienico-sanitarie. Finora non le abbiamo trovate".Maroni ha anche commentato la visita del presidente della Camera, Laura Boldrini, alla stazione Centrale di Milano per rendersi conto della situazione migranti: "Mi fa piacere, si muovono tutti dopo che il bubbone è scoppiato - ha detto Maroni - io ho messo il dito nella piaga due settimana fa e sono statocriticato moltissimo per questo. Adesso tutti vengono sulle nostre posizioni".