Parigi, (TMNews) - In gabbia per sostenere Greenpeace e la sua battaglia in difesa del pianeta: l'attrice premio Oscar Marion Cotillard è finita simbolicamente dietro le sbarre a Parigi per chiedere la liberazione dei 30 attivisti arrestati in Russia, tra cui l'italiano Cristian D'Alessandro. "La causa di Greenpeace dovrebbe essere quella di tutti noi: sappiamo bene che il riscaldamento globale è reale e terribilmente pericoloso, bisogna continuare a sostenere azioni che lo combattono".La manifestazione si è svolta nel cuore della capitale francese, dentro il complesso del Palais Royal, sede della Comedie francaise: insieme a Marion Cotillard hanno protestato ministri, parlamentari e artisti."Il procuratore russo ha chiesto tre mesi aggiuntivi di detenzione, il tribunale deve pronunciarsi su questa richiesta" spiega Jean-Francois Julliard, direttore di Greenpeace France. Divisi in tre centri di detenzione a San Pietroburgo, i 30 attivisti sono finiti in carcere dopo il tentativo di scalata di una piattaforma artica di Gazprom, il 18 settembre.(immagini Afp)