Roma, (askanews) - Una nuova ricapitalizzazione per Atac, l'azienda dei trasporti del Comune di Roma, che sfiora i 200 milioni di euro e il versamento, entro settembre, di altri 301 milioni di euro da parte della Regione Lazio: questo il piano del sindaco di Roma Ignazio Marino - d'intesa con il presidente della Regione Lazio Luca Zingaretti - per salvare l'azienda dei trasporti del Comune di Roma."Ho chiesto a Nicola Zingaretti di condividere questa idea e cioè di affrontare i problemi finanziari con una nuova ricapitalizzazione che sfiora i 200 milioni di euro in denaro liquido e beni e di cui si è fatto carico il Comune di Roma con l'approvazione dell'assestamento di bilancio pochi minuti fa in giunta - ha spiegato il primo cittadino in una conferenza stampa in Campidoglio, aggiungendo - a cui si aggiunge però l'impegno del presidente Nicola Zingaretti, a nome della Regione Lazio, di trasferire entro il 30 settembre 2015 301 milioni al Comune di Roma come pagamento dei vecchi contributi che la Regione governata allora dalle destre avevano negato al Comune di Roma".Marino ha sottolineato che "è un costo alto che vale la pena di affrontare solo se cambiamo radicalmente la strategia del trasporto e dell'azienda che lo ha incarico". Per questo il sindaco di Roma, sempre d'intesa con il presidente della Regione, ha deciso che "da oggi Comune, Regione e Atac si impegnano a cercare un partner industriale mantenendo nelle mani pubbliche la maggioranza del capitale".