Roma, (askanews) - Nel pieno della bufera su Mafia Capitale, il sindaco di Roma Ignazio Marino, dopo aver ribadito che non intende dimettersi, ha incontrato un gruppo di scout in Campidoglio che hanno partecipato a un'iniziativa per ripulire le strade del loro quartiere. Il sindaco, dopo aver raccontato la storia dell'Aula Giulio Cesare, ha ricordato di quando anche lui da piccolo è stato scout, prima di rispondere alle domande dei ragazzi."Voi svolgete un ruolo importantissimo, anche io sono stato scout per tanti anni a Roma e so che quello che fate vi darà una forza straordinaria per essere dei cittadini molto attenti alla nostra città".E parlando di senso civico e responsabilità gli ha fatto una domanda aspettandosi una risposta scontata, ma non è stato proprio così."Secondo voi, il fatto che ci siano le cicche delle sigarette sui marciapiedi è colpa dei cittadini che le gettano o degli spazzini che non puliscono?". "Tutti e due", gli hanno risposto. E lui: "Insomma eh. Se io bevo una lattina e non vedo un cestino, la getto o la tengo finché non ne trovo uno? Ecco questo bisogna fare".