Roma, (askanews) - Centinaia di cittadini hanno preso parte alla manifestazione "Antimafia capitale", indetta dal Pd romano a Roma in una piazza Don Bosco blindatissima, un luogo diventato simbolo per la lotta alla mafia nella Capitale dopo i funerali show dei Casamonica. Non sono mancati momenti di tensione, tra spintoni e scambi di insulti. Numerose le personalità politiche intervenute, tra cui il sindaco di Roma Ignazio Marino, appena rientrato dalle vacanze: "Roma è una città antifascista e antinazista, ha dimostrato di avere la forza e la capacità di cacciare i nazisti e i fascisti, ha la forza e la capacità di cacciare tutte le mafie", ha detto Marino.Al suo arrivo Marino è stato accolto da una folla di sostenitori, ma anche da un gruppetto di contestatori, che hanno gridato frasi come "Non ti vogliamo qui" o "Il sindaco di Roma con la scorta di 200 persone".Fra i presenti anche il presidente e commissario del Pd a Roma, Matteo Orfini: "Per molto tempo anche dopo lo scoppio di mafia capitale a Roma si sentiva dire che la mafia non c'era ed era una roba di quattro rubagalline. Invece la mafia c'è, Roma non è una città mafiosa, ma la mafia c'è, va sconfitta e quindi bisogna prenderne consapevolezza".