Parigi (askanews) - I genitori del giornalista statunitense James Foley, decapitato dall'Isis che ha poi diffuso le immagini della feroce esecuzione sul web, hanno reagito con indignazione alla pubblicazione da parte della leader dell'estrema destra francese Marine Le Pen sul suo account Twitter delle immagini del corpo mutilato del figlio, insieme ad altre due fotografie relative alla ferocia dei miliziani islamisti."Siamo profondamente scioccati per l'utilizzo che è stato fatto di Jim dalla propaganda politica della La Pen e ci auguriamo che la foto di nostro figlio, come le altre due immagini drammaticamente esplicite, vengano rimosse immediatamente" hanno scritto in un comunicato John e Diane Foley.Ieri la presidente del Front national aveva postato la foto di Foley decapitato, con la testa appoggiata sulla schiena, sotto l'hashtag #Daesh c'est ca, "Questo è il Daesh", cioè l'Isis nell'acronimo del gruppo e dal suono spregiativo in arabo.Marine Le Pen aveva twittato le tre foto come risposta a un giornalista che aveva proposto un parallelo tra il Front national e lo Stato islamico, da cui l'hashtag "L'Isis è questo". L'iniziativa le aveva già procurato l'apertura di un'inchiesta per diffusione di immagini violente da parte della magistratura francese."Non sapevo che fosse una foto di James Foley" si è giustificata piuttosto goffamente la leader del Front national. "Si tratta di una foto accessibile a chiunque su Google. Apprendo solo oggi che la famiglia mi chiede di ritirarla. Naturalmente, l'ho subito fatto" ha comunicato la Le Pen.(Immagini Afp)