New Delhi (TMNews) - Il caso marò, si complica con nuove accuse dall India: Secondo il quotidiano Hindustan Times, i due fucilieri italiani cercarono di coprire il loro operato e chiesero al capitano della Enrica Lexie di falsificare il verbale e inviare una mail alle organizzazioni di sicurezza marittima internazionale con un resoconto dell incidente, che sostenesse che i due pescatori erano armati. La nuova accusa arriva nel giorno in cui la Corte Suprema di New Delhi avrebbe dovuto decidere sul ricorso presentato dalla difesa di Latorre perché il fuciliere di marina, colpito da una leggera ischemia nei giorni scorsi, possa far ritorno in Italia. I giudici indiani però pilatescamente se ne sono lavati le mani: "Sul rimpatrio decida il governo" hanno detto rinviando l'udienza al 12 settembre. Unica concessione, su richiesta della difesa, è l'esenzione per Latorre dall'obbligo di firma per due settimane.