Roma (askanews) -"La popolazione è uscita insieme, non hanno lasciato la comunità islamica da sola ma tutti quanti insieme, credenti e diversamente credenti, sono andati in piazza a dire: not in my name".Così il preisidente dell'Ucoii (Unione delle Comunità Islamiche d'Italia) Izzedin Elzir, parlando dal palco della manifestazione organizzata a Roma dal popolo islamico per dire No al terrorisimo."Nessuna religione - ha concluso - nessun pensiero umano equilibrato permette di uccidere un'altra persona. Il terrorismo non ha una fede religiosa, non ha confini, non ha colori; quelli che fanno questi atti criminali devono essere assicurati alla giustizia perché noi non dobbiamo essere altrettanto incivili come loro, dobbiamo essere uniti come oggi e come abbiamo fatto in decine di anni e vorrei ricordare che le prime vittime di questi terroristi sono musulmani".