La Spezia, (askanews) - Fischi e urla per Matteo Renzi durante un comizio organizzato dal Partito democratico a La Spezia a favore della candidata alla presidenza della regione Liguria, Raffaella Paita. Una quindicina di contestatori, con bandiere di Cgil e Uil, hanno atteso il passaggio della sua auto a una centinaio di metri dal palco. Un quarto d'ora dopo, quando il premier ha citato la riforma della scuola, dai margini della folla che lo ascoltava è iniziata una breve contestazione a base di fischi e urla "scuola pubblica".Antonella, insegnante della scuola dell'infanzia di La Spezia: "Questo devono sapere gli italiani, che non ci sono soldi perchè lui non li vuole investire sulla scuola: dove sono andati a finire i 42 miliardi cha ha risparmiato quando abbiamo fatto sciopero?".La contestazione si è spenta nel giro di un paio di minuti. "Potete fischiare quanto vi pare - ha replicato Renzi dal palco - ma noi non siamo quelli che vanno a fischiare alle manifestazioni degli altri"."Nessuno può pensare che sia possibile assumere tutti" nel mondo della scuola. L'obiettivo della riforma della scuola non può essere quello di assumere tutti quelli che sperano, ma quello di fornire un servizio ai cittadini", ha aggiunto Renzi.Il comizio si è tenuto in un piccolo prato della periferia di La Spezia, il campetto "Lina Fratoni", nel quartiere del Limone, dove la stessa Paita è cresciuta e ha iniziato a fare politica servendo ai tavoli della Festa dell'Unità.