Cosenza (askanews) - Paura in Calabria per un violento nubifragio che tra l'11 e il 12 agosto ha colpito la costa jonica della regione, nella zona tra Rossano calabro e Corigliano. Queste immagini, girate dagli stessi cittadini che le hanno condivise in rete e dai Vigili del Fuoco, mostrano la violenza delle inondazioni che hanno creato ingenti danni. Al momento non risultano vittime o dispersi.Le autorità locali chiedono al governo di dichiarare lo Stato d'emergenza,. Intanto, l'unità di crisi, coordinata dal Prefetto di Cosenza Gianfranco Tomao e del Sindaco Giuseppe Antoniotti, sta monitorando l evolversi della situazione, pianificando le azioni di intervento. Studiato anche un piano di evacuazione per turisti e villeggianti ospiti dei campeggi cittadini.Sono stati attivati due centri di raccolta e accoglienza, mentre la Protezione civile controlla la situazione sulle montagne della Sila.Alcune zone restano isolate e ci sono strade, come la Statale 106 jonica e la ex Statale 177 Silana di Rossano, risultano solo parzialmente percorribili; si registra, inoltre, l'esondazione dei torrenti minori nella zona ovest dello Scalo mentre i torrenti centrali continuano a essere monitorati.Per le emergenze sono state attivate due linee telefoniche: 0983.516141 e 0983.516138, alle quali rivolgersi esclusivamente per le richieste di soccorso.