Roma, (askanews) - Colpo alla mafia da parte degli agenti della Polizia di Catania: scovato e arrestato il pregiudicato e latitante, Sebastiano Mazzei, soprannominato "Nucciu 'u carcagnusu". Era irreperibile dall'aprile del 2014; accusato di associazione per delinquere di stampo mafioso, intestazione fittizia di beni e traffico illecito di sostanze stupefacenti.Il latitante è stato rintracciato all'interno di una villa nella località Ragalna, in provincia di Catania. Una villa superaccessoriata, dotata di tutti i comfort, e dove Mazzei si trovava in compagnia della moglie e del cane. Aveva con sè alcuni telefoni e, nella camera da letto, teneva sotto il materasso, a portata di mano, un'accetta.Nell'operazione che ha portato alla cattura sono stati impiegati 50 uomini che, prima di fare irruzione, hanno circondato la villa per impedirne ogni possibile fuga.Mazzei, reggente dell'omonima organizzazione mafiosa, attiva nel settore delle estorsioni, usura e stupefacenti, è figlio del noto boss Santo Mazzei, uomo d'onore a capo della cosca di Cosa nostra.