Palermo (askanews) - Una delegazione di parlamentari del Movimento 5 Stelle ha incontrato il pm Nino Di Matteo alla Procura di Palermo. I deputati,tra i quali Alessandro Di Battista, Luigi Di Maio e Riccardo Nuti intendono così manifestare la propria solidarietà e vicinanza al magistrato che regge l'accusa nel processo sulla trattativa Stato-mafia.Oggetto di minacce da parte di Cosa nostra, Di Matteo è stato candidato alle quirinarie del Movimento di Beppe Grillo, in vista dell'elezione del nuovo Presidente della Repubblica, raccogliendo 6.693 consensi."Siamo qui per portare la nostra vicinanza e solidarietà - ha detto Riccardo Nuti - Le misure per contrastare la mafia e la corruzione si sa quali sono. Il Movimento le ha proposte più volte. Dall'autoreciclaggio, al rivedere le normative sulla prescrizione, e l'abolizione del vitalizio per politici condannati per mafia. Così come la normativa sui comuni sciolti per mafia. Al momento un amministratore reso incandidabile, saltando un turno può ripresentarsi. Ed è un'assurdità che va eliminata".