Roma, (TMNews) - Doveva essere il 'Grillo Pride' di solidarietà e sostegno della base al leader Cinque Stelle colpito nei giorni scorsi anche da fuoco amico, è stato piuttosto un botta e risposta modello 'agorà, in piazza Montecitorio fra parlamentari e attivisti grillini, a beneficio di telecamere e stampa. Messi al bando su appositi striscioni con tanto di foto come "traditori" Gambaro e compagni, per quasi tre ore un centinaio di militanti e un gruppo di parlamentari di stretta osservanza grillina,si sono incoraggiati gli uni con gli altr,o cercando di spostare l'attenzione dei media dallo scontro interno al MoVImento alle cose fatte e da fare da parte di chi ha come missione di combattere le battaglie di Grillo in un "Parlamennto inesistente". Come dice Alessandro Di Battista che la manifestazione ha introdotto.