Milano (askanews) - "Il Patto del Nazareno non riguarda Ncd, ma la Costituzione e le norme sulle istituzioni si cambiano con l'opposizione". Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, a margine dell'evento "Expo delle idee" a Milano. "Il Patto del Nazareno non riguarda noi, sono problemi tra Renzi, Forza Italia e Pd. Noi abbiamo con forza lavorato per cambiare il Paese governandolo, e per cambiare il paese cambiando la Costituzione e le norme delle istituzioni. Su questo percorso era doveroso e assoluto necessario dialogo con l'opposizione". Rispondendo a una domanda sul patto che si sarebbe interrotto, Lupi ha detto: "Mi dispiace che oggi il patto si sia interrotto, sono convinto che il cambiamento delle regole e della forma di questo Paese debba avvenire anche con la collaborazione responsabile dell'opposizione. Io mi auguro che nel percorso, già la prossima settimana alla Camera e nei prossimi mesi, Forza Italia continui a dare il proprio contributo. È un meno per l'Italia, non per Forza Italia o il Pd". Comunque, ha concluso Lupi, "ci troveremo tutti insieme a sottoporre, indipendentemente dai voti che le riforme prenderanno, questi cambiamenti ai cittadini. Come sempre il popolo sarà sovrano".