Capri, (TMNews) - Un'area di tre ettari costruita abusivamente dal valore di milioni di euro. È l'oggetto del sequestro effettuato dai finanzieri ad Anacapri, nel corso di un'operazione coordinata dalla Procura di Napoli: nel mirino una lottizzazione su un'area protetta da vincolo paesaggistico-ambientale, frazionata in 28 particelle vendute a persone fisiche e società. Sequestrate anche le opere costruite senza licenza sull'area per un valore di 13 milioni di euro. I finanzieri hanno notificato avvisi di garanzia a 32 persone: tecnici isolani e un funzionario dell'ufficio tecnico di Anacapri che ha autorizzato i frazionamenti illeciti, proprietari e acquirenti degli immobili: i reati contestati sono lottizzazione abusiva e violazione delle norme urbanistiche. Il decreto è stato firmato dal Gip del Tribunale di Napoli al termine di indagini che la Guardia di Finanza locale aveva avviato a marzo.Nella zona oltre alla lottizzazione erano state realizzate senza permesso opere edili abusive come sbancamenti, passi carrabili e piazzole in calcestruzzo, recinzioni, scale e ambienti destinati a servizi igienici e tecnici.