Roma, (TMNews) - Combattere la criminalità organizzata in Europa, smantellare il giro di evasione fiscale e riciclaggio. È l'obiettivo che si prefigge il Rapporto finale sulla criminalità, corruzione e riciclaggio, presentato dall'europarlamentare Salvatore Iacolino, relatore permanente della Commissione speciale sul tema, all'indomani dell'intesa raggiunta tra i leader del G8 sullo scambio di informazioni fra giurisdizioni, per consentire un più efficiente contrasto ai paradisi fiscali. "E' un rapporto attraverso il quale la sfida globale nei confronti del crimine organizzato, della corruzione e del riciclaggio trova piena e concreta attuazione attraverso una condivisione di informazioni, la previsione di autoriciclaggio, ma nel contempo con la previsione del 416 bis in tutti gli Stati membri".Dall'onorevole Iacolino, dunque, un invito concreto verso la definizione di una disciplina fiscale omogenea a livello europeo: "Riteniamo che i mille miliardi di euro che vengono sottratti all'economia legale attraverso il riciclaggio, frode, evasione fiscale, possano essere recuperati attraverso una maggiore governance bancaria e attraverso l'abolizione del segreto bancario, finalizzando queste risorse nella lotta alla disoccupazione giovanile".