Roma, (askanews) - Il nuovo Piano nazionale della prevenzione vaccinale 2016-2018 non prevede alcun blocco per i bambini che non sono vaccinati. Lo ha ribadito la ministra della Salute Beatrice Lorenzin, parlando con i giornalisti al termine di una conferenza stampa al ministero della Salute. "Nel piano nazionale vaccini non c'è scritto da nessuna parte che viene vietato l'accesso alla scuola ai bambini non vaccinati - ha messo in chiaro a margine di una conferenza stampa al ministero della Salute - Le Regioni hanno sottolineato però la necessità di approfondire il tema, perché se dovesse continuare un decremento delle vaccinazioni e della copertura vaccinale, cioè dell'effetto gregge, questo potrebbe mettere a rischio la salute pubblica".Lorenzin ha ricordato "cosa significa il venir meno dell'effetto gregge, perché questo è l'aspetto più imoportante da spiegare alle famiglie: non vaccinare i propri bambini sulle vaccinazioni obbligatorie, non mette a rischio solo i propri figli, ma anche la vita di tutti quei bambini che non possono essere vaccinati, non possono essere vaccinati perché sono troppo piccoli o perché hanno delle patologi".La ministra infine ha messo in guardia: "Quello che succede con la meningite credo sia sotto gli occhi di tutti: non è una malattia scomparsa. La poliomielite è una malattia che esiste per esempio in Africa o in altri luoghi, noi abbiamo uno spostamento quotidiano solo sugli aeroplani, quindi nel mondo. Questo per dirvi che i virus ci sono, l'unico modo per difendersi dalla circolazione dei virus sono i vaccini".