Roma, (askanews) - "Il Consiglio dei ministri non ha varato nessuna depenalizzazione della cannabis: abbiamo già autorizzato la produzione della cannabis a uso terapeutico lo scorso anno e in questo Consiglio dei ministri nelle procedure di depenalizzazione si sono soltanto depenalizzate alcune prescrizioni". Lo ha precisato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, a margine di una conferenza stampa al ministero della Salute a Roma."L'impianto, penso l'Istituto farmaceutico militare, che produce la cannabis a titolo terapeutico - ha chiarito - ha un processo autorizzatorio: se ci sono delle prescrizioni in cui ci sono delle violazioni, alla prima violazione c'è un'ammenda di tipo amministrativo molto pesante e se non si ripristinano le cose viene revocata l'autorizzazione. Quindi da questo alla depenalizzazione della cannabis c'è un salto triplo mortale con avvitamento"."La mia posizione personale sulla depenalizzazione delle droghe è contraria, qui stiamo parlando di altro, di impianti autorizzati per legge dove ci sono delle questioni tecniche che hanno una procedura interna. In questo caso - ha detto ancora - l'aspetto penale sarebbe stato anche d'intralcio, meglio essere rigorosi subito e far pagare un'ammenda anche pesante e poi, se non viene ripristinato subito l'elemento assolutamente necessario per l'autorizzazione, questa viene revocata e viene chiuso tutto".