Roma, (askanews) - Elio e le storie tese scendono in campo accanto al ministro della Salute contro l'abuso di alcol con un brano scritto per l'occasione "Alcol snaturato (una serata speciale)" e un video presentati oggi al liceo Kennedy di Roma.Nemico sempre piu' agguerrito ma sottovalutato dai giovanissimi, l'alcol, ha precisato Lorenzin in videocollegamento con il liceo, "e' un problema serissimo". "Siamo abituati a bere il vino a tavola - ha detto - ad amarlo, anche come componente della nostra cultura culinaria. Ma qui parliamo di qualcosa di diverso. Parliamo di ubriacarsi sin dalla giovanissima età, senza controllo, con l'unico scopo di sballarsi non rendendosi conto che si rischia la propria vita e la propria salute".Solo nel 2014 ben 775mila ragazzi fra gli 11 e i 17 anni hanno consumato bevande alcoliche, spesso con l'intento specifico di sballare. I minori che bevono per ubriacarsi sono il 3,3% dei maschi e il 2,2% delle femmine: birra, aperitivi, alcolici e vino. E il 17% di tutte le intossicazioni alcoliche che giungono in pronto soccorso riguarda ragazzi al di sotto dei 14 anni, mentre l'alcol alla guida rappresenta la prima causa di disabilità, morbilità e mortalità prematura per tutti i giovani fino a 24 anni, in Italia, in Europa, nel mondo."L'importante - ha detto Elio - è che questo messaggio arrivi non alla pancia, non al cuore, ma alla testa e alle orecchie. Stiamo per arrivare. Ascoltate la canzone che parla di questo tempa importantissimo e che non va sottovalutato".