Roma, (askanews) - Dovete lasciare la Tunisia il prima possibile. Il governo inglese ha richiamato i turisti britannici in vacanza nel Paese, allertandoli sulla probabilità di nuovi attentati terroristici e spiegando che non c'è per loro protezione adeguata, nonostante le misure straordinarie messe in campo dai tunisini dopo l'attacco sulla spiaggia di Sousse in cui sono rimasti uccisi 38 turisti stranieri, 30 dei quali britannici. Non c'è un allarme preciso, ma è meglio mantenere alta l'allerta.L'invito di Londra ha messo subito in moto gli operatorituristici: cancellati i viaggi in Tunisia e rientro predisposto per quelli in vacanza. Un duro colpo per il turismo, settore chiave dell'economia tunisina.Philip Hammond, ministro degli Esteri britannico, da Vienna dove è impegnato nei negoziati sul nucleare iraniano, ha detto."Speriamo di poter presto far rientrare l'allarme e permettere ai nostri turisti di viaggiare, in modo da dare anche il nostro aiuto all'economia tunisina".Laura, turista inglese, sta per tornare a casa: "Abbiamo ricevuto un messaggio questa mattina che ci diceva di partire subito a causa di un possibile attentato, li abbiamo richiamati e ci hanno detto di lasciare il Paese entro un'ora e mezza". "Non vogliamo tornare, ma è più sicuro farlo".(Immagini: Afp)