Londra, 17 ott. (TMNews) - Sherlock Holmes non è mai esistito eppure il suo mitico indirizzo, il 221B di Baker Street, continua a ricevere decine di lettere indirizzate al celeberrimo detective. L'ultimo omaggio al personaggio creato nel 1886 dalla penna dello scrittore Arthur Conan Doyle, lo ha tributato il Museo di Londra con una mostra dal titolo emblematico "L'uomo che non ha mai vissuto e che mai morirà".L'esposizione, aperta al pubblico fino al 12 aprile 2015, è articolata in tre parti. La prima è dedicata all'opera, fra cui spicca un manoscritto di Conan Doyle sulla genesi del personaggio. La seconda presenta la Londra dell'epoca vittoriana. La terza è dedicata agli oggetti, ai costumi e agli strumenti che hanno contribuito a fissare così solidamente il detective nell'immaginario popolare.