Londra (askanews) - Londra è nel caos per il secondo sciopero della metropolitana nel giro di un mese. La celebre "Tube" della capitale britannica è chiusa per un'intera giornata nel periodo di massima affluenza turistica, come protesta dei sindacati all'ipotesi di avvio di un servizio di metropolitana notturno sulle principali linee, nelle notti dei fine settimana. Un progetto voluto dal sindaco Boris Johnson, in programma dal 12 settembre in occasione dell'apertura della Coppa del Mondo di rugby.Sempre sovraffollata in una giornata normale la più vecchia metropolitana al mondo trasporta ogni giorno oltre 4 milioni di persone. Nonostante 250 autobus supplementari, la città è paralizzata. Le code in attesa dei mezzi di superficie sono chilometriche."È un incubo. Non passa nessun treno. Stiamo lottando per arrivare a destinazione", dice una donna. "Anche io sto lottando, ma per me è la prima volta. Sono arrivato stamattina. E' una situazione abbastanza assurda ma tiro avanti", dice un ragazzo. Fino al 7 agosto mattina tutti i londinesi dovranno tirare avanti, in qualche modo, senza la loro "Tube".(immagini Afp)