Roma, (askanews) - Trasferirsi a Londra senza permessi potrebbe diventare una chimera, anche per i giovani italiani. Il governo britannico intende dare un giro di vite all'immigrazione dei cittadini europei. L'annuncio del ministro dell'Interno Theresa May ha suscitato molte polemiche, ma sarà lo stesso primo ministro David Cameron a rilanciare l'idea in un incontro con i premier di Spagna e Portogallo. Londra vuole rinegoziare i termini della sua appartenenza all'Europa.Theresa May ne ha scritto sul Sunday Times: secondo il ministro, libera circolazione delle persone significa libertà di cercarsi un lavoro e solo chi ha già avuto un'offerta concreta potrebbe trasferirsi.La migrazione verso la Gran Bretagna tocca cifre da record complice la crisi e il governo conservatore non ci sta.Attualmente Londra non può impedire l'arrivo dei cittadini di altri paesi membri. Cameron intende rinegoziare anche questo prima del referendum sull'uscita dall'Ue che ha promesso entro il 2017. E' probabile però che non chieda lo stop alla libera circolazione, ma una restrizione dell'assistenza ai cittadini trasferiti, per esempio quella sanitaria.Naturalmente sarebbe sempre possibile spostarsi per turismo e poi cercare lavoro. Ma il governo Tory punta anche a limitare l'ingresso degli studenti universitari. Secondo Londra troppi arrivano per studiare e poi si trattengono a tempo indeterminato.