Milano (askanews) - Una donna rom del campo autorizzato di via Negrotto a Milano parla con i giornalisti dopo il colloquio avuto con il leader della Lega Nord Matteo Salvini, che durante la sua visita all'insediamento ha più volte ripetuto di volere la chiusura di tutti i campi rom, sull'esempio di altri Paesi europei."Se andiamo in una casa, pagando l'affitto, lavoro non c'è, come facciamo a vivere? Adesso andiamo per ferro, e si vive appena appena. Si vende e si prendono trenta-quaranta euro. Se andiamo in una casa bisogna pagare affitto, condominio, come si fa? Voi che avete lavoro, potete pagarlo. A noi dopo due mesi ci sbattono fuori. Abito qui da 49 anni. Avevamo un lavoro, ma sapendo che siamo zingari licenziati. Lo dico sempre. Sfortunati di essere nati zingari. E basta".