Milano, (askanews) - Far conoscere ai visitatori di Expo 2015 le attività dell'organizzazione umanitaria in Italia e nel mondo: Lions Clubs International partecipa con questo obiettivo all'Esposizione universale di Milano. Qui, nel padiglione della società civile, si è svolto il 20esimo congresso di primavera del distretto di Milano, occasione per presentare il programma ad Expo, composto da una serie di eventi e una presenza continuativa a Cascina Triulza. Cesara Pasini, governatore del distretto Lions di Milano e coordinatrice del progetto di partecipazione a Expo: "Abbiamo organizzato 30 eventi principali che sono seminari, workshop ma anche spettacoli, sviluppati sul tema 'Nutrire il pianeta, energia per la vita'. Di settimana in settimana ogni distretto italiano sarà presente e potrà raccontare le iniziative che svolge sul proprio territorio.Lions Clubs International ha 1,4 milioni di soci organizzati in 46mila club, in Italia sono 1.300 con quasi 43mila soci, a Milano 47 club e 1.400 soci. L'attività dell'associazione si svolge soprattutto sul territorio. "Le iniziative concrete sul territorio spaziano dalla lotta alla fame e la sete, quindi assistenza a coloro che non sono in grado di procurarsi un pasto caldo, pulizia e tutela dell'ambiente, piantumazione di alberi, iniziative in Africa di costruzione di pozzi per la sicurezza alimentare, la prevenzione sanitaria, lo facciamo nelle scuole di tutto il mondo".Nel 2017 si festeggia il centenario di Lions Clubs International: si punta a 100 milioni di persone assistite operando in 4 campagne globali. "Alleviare la fame, proteggere l'ambiente, sostenere i giovani e combattere le malattie della vista, nostra competenza distintiva perchè siamo noti per essere i cavalieri della luce, dei non vedenti".