Genova (askanews) - "Per me è giusto che Paita vada avanti". Lo ha detto il sottosegretario Pd al Presidenza del Consiglio Luca Lotti, dopo una riunione di quasi cinque ore a Genova con Raffaella Paita, candidata del centrosinistra allapresidenza della Liguria da ieri indagata dalla Procura per il mancato allarme sull'alluvione che ha determinato l'esondazione del torrente Bisagno."Ho parlato con Paita - ha spiegato Lotti - l'ho trovata in forma, sta bene. Credo, da semplice iscritto al partito, che faccia bene ad andare avanti"."C'è fiducia nella magistratura e poi - ha sottolineato - vedremo. C'è un avviso di garanzia che è a garanzia dell'indagato e quindi credo sia giusto che la candidata vada avanti. Vogliamo fare campagna elettorale - ha aggiunto il sottosegretario - sconfiggere la destra nelle sette regioni dove facciamo campagna elettorale contro altri candidati e speriamo di riuscire a fare una bella campagna. Non credo - ha concluso Lotti - che questa indagine possa agevolare i nostri avversari. Dobbiamo fare la nostra battaglia, la nostra campagna elettorale voto a voto, palmo a palmo e andare dritti".All'incontro, che si è tenuto in un ristorante del quartiere genovese di Castelletto, hanno partecipato anche i vertici del Pd ligure, tra cui il governatore Claudio Burlando e il segretario regionale Giovanni Lunardon e alcuni imprenditori di aziende genovesi e liguri come Vittorio Malacalza e Aldo Spinelli.